Contro i colpi di calore seguire una buona dieta

Roma, 24 maggio 2007. Assumere molta frutta e verdura fresca, specie quella di stagione ed evitare i super alcolici, specie durante le ore pomeridiane e subito dopo un pasto abbondante, in modo specifico se la temperatura supera i 30 gradi all'ombra, per non andare incontro a fastidiose infiammazioni dell'apparato digerente e dell'apparato urinario. E' quanto consiglia la Coldiretti sulla base delle precauzioni elaborate dal Centro di ricerche in Bioclimatologia Medica d a adottare nell'attuale fase meteorologica che è caratterizza da temperature sensibilmente superiori alla media, specie in Valpadana e nelle valli del Centro.

Durante le ore calde della giornata il consiglio è di assumere molti liquidi ricchi di vitamine e sali minerali, come succhi di frutta e bibite adatte, in modo particolare dopo l'esposizione al sole nelle zone ventose, data la grande evaporazione, a livello della pelle . L'obiettivo - continua la Coldiretti - è di evitare qualche noioso episodio di disidratazione, che si esplica con pelle calda e secca, sensazione di disagio a livello dei tendini, dei muscoli e dei nervi, cefalea ingravescente, diminuzione della pressione, fino a giungere, nei casi estremi, o al colpo di calore o al collasso da calore.

Il mattino, in modo particolari nei periodi molto caldi, nei soggetti astenici, abulici, fiacchi, con scarsa attenzione, concentrazione e memoria è opportuno utilizzare pappa reale, propoli e spremute zuccherate e diluite.

Il record delle alte temperature degli ultimi due secoli - conclude la Coldiretti - ha favorito un anticipo di maturazione di tutte le varietà di frutta e verdura e ora è disponibile sul mercato un'ampia gamma di prodotti Made in Italy anti afa: dalle fragole alle ciliegie, dalle pesche alle albicocche fino ai meloni ma anche insalate, pomodori, melanzane, finocchi e molte altre verdure. Il consiglio della Coldiretti è quello di verificare l'origine e la provenienza in etichetta per assicurarsi prodotti nazionali che garantiscono freschezza, sicurezza ed anche un minor impatto ambientale.
 

Fonte: Coldiretti 

Valid HTML 4.01 Transitional W3C - Valid CSS3 W3C